Rasseno | Arte del cotto industrie

COTTO CALDO

La libertà di camminare a piedi nudi

Con il nostro sistema di riscaldamento a pavimento CottoCaldo, è facile rendere piacevole l’abitabilità del vostro ambiente. Grazie alle scanalature presenti negli elementi ,si passa al loro interno una conduttura in VPE o in rame che convogliando l’acqua calda (max 25°C.) crea riscaldamento dell’aria assolutamente naturale eliminando così sgradevoli fenomeni come correnti d’aria, ambienti sovrariscaldati, piedi freddi ecc., come frequentemente riscontriamo con gli altri sistemi di riscaldamento..

cotto_caldocotto_caldo

Avvertenze preliminari: Il massetto deve essere conforme alle norme. E’ necessario rispettare le istruzioni della casa produttrice dell’impianto di riscaldamento per l’installazione del sistema di condutture. Collocare sopra il massetto preventivamente pulito e livellato, uno strato di isolante termico ed acustico di cm 5 per evitare dispersioni di calore verso il basso.Dopo di che aggiungere un foglio di polietilene o nylon per creare una barriera di vapore. A questo punto inizia la posa degli elementi di COTTOCALDO Dopo la collocazione ed il rivestimento delle condutture termiche da parte della casa produttrice, colmare tutte le intercapedini con un prodotto autolivellante fino al raggiungimento di una superficie uniforme. IMPORTANTE: Durante il tempo di essicazione il piano trattato non deve essere calpestato per 24 ore. Prima della collocazione del pavimento non bisogna caricare lo strato inferiore. Condutture in VPE oppure in rame, di uno spessore massimo di 17 mm. preparare e collocare nelle scanalature superiori e raccordare mediante collarini ad una distanza di circa 50/60 cm. Bisogna lasciare l’impianto libero nei punti di uscita con la lunghezza necessaria per il montaggio. Livellare il rivestimento delle condutture con calcestruzzo magro, 0-3 cm. In questo strato le fessure restanti sono minime e non hanno alcuna ripercussione sullo strato superiore. Viene consigliato che l’intero lavoro venga consegnato dopo il completamento e dopo essere stato sottoposto ad un collaudo globale, come ad esempio il collaudo da parte del committente della costruzione, o di un suo rappresentante, attraverso l’impresa.

GLI INNUMEREVOLI VANTAGGI DELL’IMPIANTO DI RISCALDAMENTO “COTTOCALDO”
Notevole risparmio energetico e basso spessore della struttura: il COTTOCALDO ed il pavimento hanno spessore di solo 50/55 mm.
Ottimo sfruttamento dell’energia; le condutture termiche sono collocate solo 10/15 mm sotto la superficie del pavimento. Buona emanazione di calore: basse temperature di conduzione.
Superficie del pavimento a circa 25°C.
Temperatura dell’ambiente ottimale grazie all’efficienza del sistema. Assolutamente improbabili lesioni da tensione grazie ad un alto coefficiente di dilatazione del COTTOCALDO.
Nessun rischio di torsione o imbarcamento, inoltre le grandi superfici possono essere realizzate senza giunti di dilatazione intermedi.
Necessari i giunti di dilatazione perimetrali (è comunque necessaria la posa del pavimento in diagonale).
Facilità di collocazione a cantiere chiuso e senza particolari attrezzature.


cotto_caldo